32° TORINO FILM FESTIVAL
FESTA MOBILE

PROFONDO ROSSO

DEEP RED
di Dario Argento
Nazione: Italia
Anno: 1975
Durata: 126'


Helga Ullmann, una sensitiva tedesca che vive a Roma, viene uccisa nel suo appartamento a colpi di mannaia: durante un convegno di parapsicologia appena concluso aveva avvertito la presenza di un assassino nel pubblico, rivelandone l’identità a un collega. A ucciderla un individuo con impermeabile, guanti di pelle nera e cappello a tesa larga, che agisce sulle note di una nenia per bambini. Per puro caso Marc, pianista vicino di casa della medium, e il suo amico Carlo assistono al sanguinoso delitto, individuando il killer che si allontana. Tormentato dall’accaduto, Marc decide di indagare sull’identità del misterioso assassino ma, più la verità sembra rivelarsi, più il caso s’ingarbuglia. Inoltre le persone con cui entra in contatto nel tentativo di fare luce, iniziano inspiegabilmente a venire uccise…

Uno dei capolavori di Argento, presentato in un nuovo restauro digitale a cura della Cineteca nazionale e di Medusa, in occasione del quarantesimo anniversario della sua uscita.

Biografia

regista

Dario Argento

Dario Argento (Roma, 1940) comincia a lavorare nel cinema come aiuto di Sergio Leone, con cui collabora alla sceneggiatura di C’era una volta il west (1968). Esordisce alla regia con L’uccello dalle piume di cristallo (1970), cui fanno seguito Il gatto a nove code (1971) e Quattro mosche di velluto grigio (1972). Dopo essersi cimentato nel filone storico con Le cinque giornate (1973), torna all’horror con Profondo rosso (1975) e Suspiria (1977). Nel 1987 si trasferisce negli Usa, dove gira l’episodio Il gatto nero del film Due occhi diabolici (1990) e il thriller Trauma (1993). La sindrome di Stendhal (1996) segna il suo ritorno in Italia. Nel 2001 dirige il thriller Nonhosonno, e nel 2004 Il Cartaio, che esplora il mondo dei videopoker. Partecipa quindi alla serie Masters of Horrors (2005-2006) con Jenifer e Pelts, entrambi presentati al Torino Film Festival. Nel 2014 ha pubblicato per Einaudi l’autobiografia Paura.

FILMOGRAFIA

L’uccello dalle piume di cristallo (1970), Il gatto a nove code (1971), Quattro mosche di velluto grigio (1971), Le cinque giornate (1973), Profondo rosso (1975), Suspiria (1977), Inferno (1980), Tenebre (1982), Phenomena (1985), Opera (1987), Due occhi diabolici (co-regia/co-director George Romero, 1990), Trauma (1993), La sindrome di Stendhal (1996), Il fantasma dell’opera (1998), Nonhosonno (2001), Il cartaio (2004), Masters of Horror (ep. Jenifer, TV, 2005; ep. Pelts, TV, 2006) 

Cast

& Credits

regia/director
Dario Argento
soggetto, sceneggiatura/story, screenplay
Dario Argento, Bernardino Zapponi
fotografia/cinematography
Luigi Kuveiller
montaggio/film editing
Franco Fraticelli
scenografia/production design
Giuseppe Bassan
costumi/costume design
Elena Mannini
musica/music
Goblin, Giorgio Gaslini
interpreti e personaggi/cast and characters
David Hemmings (Marc Daly), Daria Nicolodi (Gianna Brezzi), Gabriele Lavia (Carlo), Macha Méril (Helga Ulmann), Eros Pagni (comm./supt. Calcabrini), Giuliana Calandra (Amanda Righetti), Piero Mazzinghi (Bardi), Glauco Mauri (prof. Giordani)
produttore/producer
Salvatore Argento
produzione/production
Rizzoli Film, Seda Spettacoli
contatti/contacts
Medusa Film 
+39 06 663901
info@medusa.it
Menu
X
X