EL REINO

di Rodrigo Sorogoyen
THE REALM - IL REGNO

Informazioni

Nazione: Spagna, Francia

Anno: 2018

Durata: 122'

36° TORINO FILM FESTIVAL

Sezione:

Sinossi

Manuel López-Vidal, un influente vicesegretario regionale prossimo al salto verso la politica nazionale, vede la sua vita perfetta andare in pezzi in seguito alle notizie trapelate circa il suo coinvolgimento in un giro di corruzione. Mentre i media cominciano a delineare l’entità dello scandalo, il partito gli volta le spalle. Manuel è espulso dal «regno» e, bersaglio dell’opinione pubblica, viene tradito da chi, sino a qualche ora prima, gli era stato amico.

Regia

Rodrigo Sorogoyen

Rodrigo Sorogoyen

Rodrigo Sorogoyen (Madrid, Spagna, 1981) ha studiato cinema presso la School of Cinematography and Audiovisual of the Community di Madrid e ha cominciato la sua carriera come sceneggiatore di serie tv. All’età di venticinque anni ha codiretto il suo primo film, 8 citas. Il suo film successivo, Stockholm (2013), realizzato grazie al crowdfunding, è stato insignito di tre premi al Malaga Festival, di tre medaglie del Círculo de escritores cinematográficos, di un premio Feroz (miglior film) e di un Goya (miglior attore esordiente). Con Che Dio ci perdoni (2016) ha vinto il premio per la miglior sceneggiatura al Festival di San Sebastián e il Goya per il miglior attore (Roberto Álamo).

Filmografia:
8 citas (8 Dates, coregia/codirector Peris Romano, 2008), Impares (serie tv/tv series, 43 ep., 2008-2010), Impares premium (serie tv/tv series, 10 ep., 2010-2011), Vida loca (serie tv/tv series, 6 ep., 2011), La pecera de Eva (serie tv/tv series, 221 ep., 2010-2011), Stockholm (coregia/codirector Borja Soler, 2013), Frágiles (serie tv/tv series, 13 ep., 2012-2013), El iluso (cm, 2014), Rabia (serie tv/tv series, 1 ep., 2015), Que Dios nos perdone (Che Dio ci perdoni, 2016), Madre (cm, 2017), El reino (The Realm, 2018).

Cast and Credits

regia/director
Rodrigo Sorogoyen
sceneggiatura/screenplay
Isabel Peña, Rodrigo Sorogoyen
fotografia/cinematography
Álex de Pablo
montaggio/film editing
Alberto del Campo
scenografia/production design
Miguel Ángel Rebollo
musica/music
Olivier Arson
interpreti e personaggi/cast and characters
Antonio de la Torre (Manuel López-Vidal), Bárbara Lennie (Amaia Marín), Mónica López (Inés), José María Pou (Frias), Nacho Fresneda (Paco), Ana Wagener (La Ceballos), Luis Zahera (Cabrera)
produzione/production
Tornasol Films, Atresmedia Cine, Bowfinger International Pictures, Le Pacte, Mondex&Cie, Trianera Producciones Cinematográficas A.I.E

**
contatti/contacts
Movies Inspired
Stefano Iacono
www.moviesinspired.com
stefano.jacono@moviesinspired.com

Dichiarazione regista

«Innanzitutto abbiamo voluto parlare della classe politica e della mancanza di etica che in molte occasioni la contraddistingue. Ma in definitiva la riflessione è su come questa mancanza di senso etico si estenda alla nostra società. Abbiamo i politici che meritiamo. […] Non si tratta di una coincidenza».

Sinossi Approfondisci

Manuel López-Vidal, un influente vicesegretario regionale prossimo al salto verso la politica nazionale, vede la sua vita perfetta andare in pezzi in seguito alle notizie trapelate circa il suo coinvolgimento in un giro di corruzione. Mentre i media cominciano a delineare l’entità dello scandalo, il partito gli volta le spalle. Manuel è espulso dal «regno» e, bersaglio dell’opinione pubblica, viene tradito da chi, sino a qualche ora prima, gli era stato amico.

Regia Tutto sui registi del film

Rodrigo Sorogoyen

Rodrigo Sorogoyen

Rodrigo Sorogoyen (Madrid, Spagna, 1981) ha studiato cinema presso la School of Cinematography and Audiovisual of the Community di Madrid e ha cominciato la sua carriera come sceneggiatore di serie tv. All’età di venticinque anni ha codiretto il suo primo film, 8 citas. Il suo film successivo, Stockholm (2013), realizzato grazie al crowdfunding, è stato insignito di tre premi al Malaga Festival, di tre medaglie del Círculo de escritores cinematográficos, di un premio Feroz (miglior film) e di un Goya (miglior attore esordiente). Con Che Dio ci perdoni (2016) ha vinto il premio per la miglior sceneggiatura al Festival di San Sebastián e il Goya per il miglior attore (Roberto Álamo).

Filmografia:
8 citas (8 Dates, coregia/codirector Peris Romano, 2008), Impares (serie tv/tv series, 43 ep., 2008-2010), Impares premium (serie tv/tv series, 10 ep., 2010-2011), Vida loca (serie tv/tv series, 6 ep., 2011), La pecera de Eva (serie tv/tv series, 221 ep., 2010-2011), Stockholm (coregia/codirector Borja Soler, 2013), Frágiles (serie tv/tv series, 13 ep., 2012-2013), El iluso (cm, 2014), Rabia (serie tv/tv series, 1 ep., 2015), Que Dios nos perdone (Che Dio ci perdoni, 2016), Madre (cm, 2017), El reino (The Realm, 2018).

Cast and Credits Scopri il cast del film

regia/director
Rodrigo Sorogoyen
sceneggiatura/screenplay
Isabel Peña, Rodrigo Sorogoyen
fotografia/cinematography
Álex de Pablo
montaggio/film editing
Alberto del Campo
scenografia/production design
Miguel Ángel Rebollo
musica/music
Olivier Arson
interpreti e personaggi/cast and characters
Antonio de la Torre (Manuel López-Vidal), Bárbara Lennie (Amaia Marín), Mónica López (Inés), José María Pou (Frias), Nacho Fresneda (Paco), Ana Wagener (La Ceballos), Luis Zahera (Cabrera)
produzione/production
Tornasol Films, Atresmedia Cine, Bowfinger International Pictures, Le Pacte, Mondex&Cie, Trianera Producciones Cinematográficas A.I.E

**
contatti/contacts
Movies Inspired
Stefano Iacono
www.moviesinspired.com
stefano.jacono@moviesinspired.com

Dichiarazione regista Approfondisci

«Innanzitutto abbiamo voluto parlare della classe politica e della mancanza di etica che in molte occasioni la contraddistingue. Ma in definitiva la riflessione è su come questa mancanza di senso etico si estenda alla nostra società. Abbiamo i politici che meritiamo. […] Non si tratta di una coincidenza».