BULLI E PUPE

di Steve Della Casa, Chiara Ronchini
BULLI E PUPE - BULLI E PUPE

Informazioni

Nazione: Italia

Anno: 2018

Durata: 80'

36° TORINO FILM FESTIVAL

Sezione:

Sinossi

Un viaggio attraverso l’Italia del secondo dopoguerra, quando i ragazzi che avevano vissuto impotenti gli orrori del conflitto iniziavano a progettare un futuro nuovo, pieno di speranze ma anche denso di contraddizioni che puntualmente esploderanno in seguito. Tra balli e canzoni, tra tradizioni secolari e mutamenti repentini, le immagini di archivio contrappuntate con le analisi che gli intellettuali più lucidi già proponevano mentre tutto questo avveniva.

Regia

Steve Della Casa

Steve Della Casa

Steve Della Casa (Torino, 1953), critico cinematografico, è tra i fondatori del Torino Film Festival, di cui ha anche curato la direzione dal 1999 al 2002. È stato presidente dell’European Coordination of Film Festivals e della Film Commission Torino Piemonte, nonché direttore artistico del Roma Fiction Fest. Dal 1994 è autore e voce del programma Hollywood Party di Rai Radio 3. Il documentario Nessuno ci può giudicare, diretto insieme a Chiara Ronchini, è stato proiettato al Festival nel 2016.

Filmografia:
Steve Della Casa:
Colpi di luce (coregia/codirectors Matteo Spinola, Francesca Calvelli, cm, doc., 2004), Uomini forti (mm, doc., 2006), Venezia ’68 (coregia/codirector Antonello Sarno, mm, doc., 2008), Flaiano - Il meglio è passato (coregia/codirector Giancarlo Rolandi, mm, doc., 2010), I tarantiniani (coregia/codirector Maurizio Tedeschi, mm, doc., 2013), Perché sono un genio! - Lorenza Mazzetti (coregia/codirector Francesco Frisari, doc., 2016).

Steve Della Casa, Chiara Ronchini:
Nessuno ci può giudicare (doc., 2016), Bulli e pupe (doc., 2018).

Chiara Ronchini

Chiara Ronchini

Chiara Ronchini (Marino, Roma, 1976), montatrice e regista, si avvicina al documentario dopo il lavoro nella cooperazione internazionale in area balcanica e un master in antropologia culturale. Bulli e pupe è la sua seconda coregia con Steve Della Casa.

Filmografia:

Chiara Ronchini (Marino, Rome, Italy, 1976), film editor and director, became involved in documentaries after working in the international cooperation sector in the Balkans and receiving her master’s degree in cultural anthropology. Bulli e pupe is the second film she has co-directed with Steve Della Casa.

Steve Della Casa, Chiara Ronchini
Nessuno ci può giudicare (doc., 2016), Bulli e pupe (doc., 2018).

Cast and Credits

regia, soggetto, sceneggiatura/directors, story, screenplay
Steve Della Casa, Chiara Ronchini
montaggio/film editing
Chiara Ronchini
musica/music
Gabriele Giambertone, Marco Corrao
suono/sound
Marco Furlani
produzione/production
Istituto Luce Cinecittà, Titanus

**
contatti/contacts
Cinecittà Luce
segreteriarp@cinecittaluce.it
www.cinecittaluce.com

Dichiarazione regista

«Di solito si raccontano gli anni Cinquanta italiani come gli anni della guerra fredda, della contrapposizione tra cattolici e comunisti. Lavorando su tanti archivi abbiamo visto come le immagini raccontassero anche un’altra storia. E leggendo e ascoltando testi che intellettuali di più parti politiche realizzavano in quel periodo, abbiamo capito che le speranze e le contraddizioni di quegli anni potevano essere raccontate anche in una luce diversa, come una progressione che vedeva protagoniste proprio le giovani generazioni, le stesse che nel decennio successivo avrebbero rivoluzionato il mondo intero».

Cronache


Sinossi Approfondisci

Un viaggio attraverso l’Italia del secondo dopoguerra, quando i ragazzi che avevano vissuto impotenti gli orrori del conflitto iniziavano a progettare un futuro nuovo, pieno di speranze ma anche denso di contraddizioni che puntualmente esploderanno in seguito. Tra balli e canzoni, tra tradizioni secolari e mutamenti repentini, le immagini di archivio contrappuntate con le analisi che gli intellettuali più lucidi già proponevano mentre tutto questo avveniva.

Regia Tutto sui registi del film

Steve Della Casa

Steve Della Casa

Steve Della Casa (Torino, 1953), critico cinematografico, è tra i fondatori del Torino Film Festival, di cui ha anche curato la direzione dal 1999 al 2002. È stato presidente dell’European Coordination of Film Festivals e della Film Commission Torino Piemonte, nonché direttore artistico del Roma Fiction Fest. Dal 1994 è autore e voce del programma Hollywood Party di Rai Radio 3. Il documentario Nessuno ci può giudicare, diretto insieme a Chiara Ronchini, è stato proiettato al Festival nel 2016.

Filmografia:
Steve Della Casa:
Colpi di luce (coregia/codirectors Matteo Spinola, Francesca Calvelli, cm, doc., 2004), Uomini forti (mm, doc., 2006), Venezia ’68 (coregia/codirector Antonello Sarno, mm, doc., 2008), Flaiano - Il meglio è passato (coregia/codirector Giancarlo Rolandi, mm, doc., 2010), I tarantiniani (coregia/codirector Maurizio Tedeschi, mm, doc., 2013), Perché sono un genio! - Lorenza Mazzetti (coregia/codirector Francesco Frisari, doc., 2016).

Steve Della Casa, Chiara Ronchini:
Nessuno ci può giudicare (doc., 2016), Bulli e pupe (doc., 2018).

Chiara Ronchini

Chiara Ronchini

Chiara Ronchini (Marino, Roma, 1976), montatrice e regista, si avvicina al documentario dopo il lavoro nella cooperazione internazionale in area balcanica e un master in antropologia culturale. Bulli e pupe è la sua seconda coregia con Steve Della Casa.

Filmografia:

Chiara Ronchini (Marino, Rome, Italy, 1976), film editor and director, became involved in documentaries after working in the international cooperation sector in the Balkans and receiving her master’s degree in cultural anthropology. Bulli e pupe is the second film she has co-directed with Steve Della Casa.

Steve Della Casa, Chiara Ronchini
Nessuno ci può giudicare (doc., 2016), Bulli e pupe (doc., 2018).

Cast and Credits Scopri il cast del film

regia, soggetto, sceneggiatura/directors, story, screenplay
Steve Della Casa, Chiara Ronchini
montaggio/film editing
Chiara Ronchini
musica/music
Gabriele Giambertone, Marco Corrao
suono/sound
Marco Furlani
produzione/production
Istituto Luce Cinecittà, Titanus

**
contatti/contacts
Cinecittà Luce
segreteriarp@cinecittaluce.it
www.cinecittaluce.com

Dichiarazione regista Approfondisci

«Di solito si raccontano gli anni Cinquanta italiani come gli anni della guerra fredda, della contrapposizione tra cattolici e comunisti. Lavorando su tanti archivi abbiamo visto come le immagini raccontassero anche un’altra storia. E leggendo e ascoltando testi che intellettuali di più parti politiche realizzavano in quel periodo, abbiamo capito che le speranze e le contraddizioni di quegli anni potevano essere raccontate anche in una luce diversa, come una progressione che vedeva protagoniste proprio le giovani generazioni, le stesse che nel decennio successivo avrebbero rivoluzionato il mondo intero».

Cronache Leggi le cronache