DREAM OF A CITY

di Manfred Kirchheimer
DREAM OF A CITY

Informazioni

Nazione: USA

Anno: 2018

Durata: 39'

36° TORINO FILM FESTIVAL

Sezione:

Sinossi


Tra il 1958 e il 1960 Walter Hess e Manny Kirchheimer girarono per New York, da Wall Street a Midtown fino al Delaware River, con una 16mm con pellicola in bianco e nero. Documentarono le attività dei grandi cantieri, la vita di strada a Hell’s Kitchen, il traffico del porto, i rari squarci di natura. Quel materiale non venne poi più ripreso fino al 2017, quando Kirchheimer decise di montarlo. Terminato il film il regista ha poi scelto le musiche e gli effetti sonori da unire al surrealismo delle immagini di partenza, e ha dato vita a una movimentata, compatta sinfonia di una città.

Regia

Manfred Kirchheimer

Manfred Kirchheimer

Manfred Kirchheimer (Saarbrücken, Germania, 1931) è arrivato negli Stati Uniti nel 1936, quando la sua famiglia si trasferì per sfuggire al nazismo. Dopo la laurea nel 1952 presso il City College di New York, ha cominciato a lavorare come montatore e poi come regista di documentari, raccontando con le sue opere soprattutto la vita urbana. Insegna cinema e regia presso la School of Visual Arts di New York City e realizza film quando riesce a trovare un budget adeguato. Nel corso della sua lunga carriera ha lavorato per il Dipartimento del lavoro, per la Nbc, la 20th Century Fox, la casa di produzione Leacock-Pennebaker-Drew e il MoMA di New York.

Filmografia:
filmografia essenziale/essential filmography
Colossus on the River (doc., 1965), Haiku (doc., 1965), Leroy Douglas (doc., 1967), Claw (doc., 1968), All in the Same Boat (doc., 1972), Short Circuit (doc., 1973), Bridge High (doc., 1975), Stations of the Elevated (doc., 1980), We Were So Beloved (doc., 1986), Tall: The American Skyscraper & Louis Sullivan (doc., 2004), Art Is… The Permanent Revolution (doc., 2012), Canners (doc., 2014), Spraymasters (doc., 2008), Discovery in a Painting (doc., 2014),  My Coffee With Jewish Friends (doc., 2017), Middle Class Money, Honey (doc., 2018).


Cast and Credits

regia, montaggio, suono/director, film editing, sound
Manfred Kirchheimer
fotografia/cinematography
Manfred Kirchheimer, Walter Hess
musica/music
Dmitrij Šostakovič, Claude Debussy, Sergej Sergeevič Prokof’ev, Johann Sebastian Bach, Noel Gay, Isham Jones, Gus Kahn
produttori/producers
Manfred Kirchheimer, Jacob Perlin

**
contatti/contacts
Metrograph
Jacob Perlin
[email protected]
www.metrograph.com

Dichiarazione regista

«Dopo aver visto i miei film, ultimamente la gente mi chiede: vuoi documentare la città? Qualcuno aggiunge pure (in modo un po’ malaugurante) “finché c’è ancora”… Sono stato abbastanza sorpreso da questa domanda mai postami prima, e la mia reazione è stata un no. […] Ma alla fine ho scoperto che i miei film si sommano a ciò che abbiamo visto di New York, dal basso, dall’interno e per come era. Mai e poi mai ho pensato di documentare New York, ma New York ha il suo modo di essere, e quello è stato documentato».

Sinossi Approfondisci


Tra il 1958 e il 1960 Walter Hess e Manny Kirchheimer girarono per New York, da Wall Street a Midtown fino al Delaware River, con una 16mm con pellicola in bianco e nero. Documentarono le attività dei grandi cantieri, la vita di strada a Hell’s Kitchen, il traffico del porto, i rari squarci di natura. Quel materiale non venne poi più ripreso fino al 2017, quando Kirchheimer decise di montarlo. Terminato il film il regista ha poi scelto le musiche e gli effetti sonori da unire al surrealismo delle immagini di partenza, e ha dato vita a una movimentata, compatta sinfonia di una città.

Regia Tutto sui registi del film

Manfred Kirchheimer

Manfred Kirchheimer

Manfred Kirchheimer (Saarbrücken, Germania, 1931) è arrivato negli Stati Uniti nel 1936, quando la sua famiglia si trasferì per sfuggire al nazismo. Dopo la laurea nel 1952 presso il City College di New York, ha cominciato a lavorare come montatore e poi come regista di documentari, raccontando con le sue opere soprattutto la vita urbana. Insegna cinema e regia presso la School of Visual Arts di New York City e realizza film quando riesce a trovare un budget adeguato. Nel corso della sua lunga carriera ha lavorato per il Dipartimento del lavoro, per la Nbc, la 20th Century Fox, la casa di produzione Leacock-Pennebaker-Drew e il MoMA di New York.

Filmografia:
filmografia essenziale/essential filmography
Colossus on the River (doc., 1965), Haiku (doc., 1965), Leroy Douglas (doc., 1967), Claw (doc., 1968), All in the Same Boat (doc., 1972), Short Circuit (doc., 1973), Bridge High (doc., 1975), Stations of the Elevated (doc., 1980), We Were So Beloved (doc., 1986), Tall: The American Skyscraper & Louis Sullivan (doc., 2004), Art Is… The Permanent Revolution (doc., 2012), Canners (doc., 2014), Spraymasters (doc., 2008), Discovery in a Painting (doc., 2014),  My Coffee With Jewish Friends (doc., 2017), Middle Class Money, Honey (doc., 2018).


Cast and Credits Scopri il cast del film

regia, montaggio, suono/director, film editing, sound
Manfred Kirchheimer
fotografia/cinematography
Manfred Kirchheimer, Walter Hess
musica/music
Dmitrij Šostakovič, Claude Debussy, Sergej Sergeevič Prokof’ev, Johann Sebastian Bach, Noel Gay, Isham Jones, Gus Kahn
produttori/producers
Manfred Kirchheimer, Jacob Perlin

**
contatti/contacts
Metrograph
Jacob Perlin
[email protected]
www.metrograph.com

Dichiarazione regista Approfondisci

«Dopo aver visto i miei film, ultimamente la gente mi chiede: vuoi documentare la città? Qualcuno aggiunge pure (in modo un po’ malaugurante) “finché c’è ancora”… Sono stato abbastanza sorpreso da questa domanda mai postami prima, e la mia reazione è stata un no. […] Ma alla fine ho scoperto che i miei film si sommano a ciò che abbiamo visto di New York, dal basso, dall’interno e per come era. Mai e poi mai ho pensato di documentare New York, ma New York ha il suo modo di essere, e quello è stato documentato».