GULYABANI

di Gürcan Keltek
GULYABANI - GULYABANI

Informazioni

Nazione: Turchia, Olanda

Anno: 2018

Durata: 35'

36° TORINO FILM FESTIVAL

Sezione:

Sinossi

Gulyabani è un’entità, un demone, un’emarginata. È lo spirito inquieto e senza pace di un luogo desolato e solitario. Fethiye Sessiz, una veggente di İzmir famosa negli anni Settanta e Ottanta, ricorda frammenti degli abusi, dei rapimenti e delle violenze che ha subito nel corso della sua vita e ai quali è sopravvissuta. Nel raccontare gli avvenimenti dell’infanzia di Fethiye attraverso il suo diario e le sue lettere al figlio lontano, il film evoca il paesaggio emotivo del periodo più violento della Turchia postrepubblicana ricomponendo la memoria del futuro e i brandelli del passato.

Regia

Gürcan Keltek

Gürcan Keltek

Gürcan Keltek (İzmir, Turchia, 1973) ha studiato cinema alla Dokuz Eylül University di Smirne e ha diretto diversi cortometraggi, fra cui Overtime (2012), selezionato ai festival Visions du réel di Nyon e DOK Leipzig. Con il mediometraggio Colony ha poi partecipato al FidMarseille nel 2015 e due anni dopo ha presentato a Locarno, nel concorso Cineasti del presente, il suo primo lungometraggio, Meteors (2017), con cui ha vinto lo Swatch Art Peace Hotel Award e il Cinelab Award.

Filmografia:
Fazlamesai (Overtime, cm, doc., 2012), The Burning Mountain (cm, doc., 2014), Koloni (Colony, mm, doc., 2015), Meteorlar (Meteors, doc., 2017), Gulyabani (cm, 2018).

Cast and Credits

regia/director
Gürcan Keltek
fotografia/cinematography
Murat Tuncel, Gürcan Keltek
montaggio/film editing
Fazilet Onat, Gürcan Keltek
musica/music
Oscillatorial Binnage
interprete/cast
Zeynep Kumral
produttori/producers
Marc Van Goethem, Gürcan Keltek
coproduttore/coproducer
Arda Çiltepe

**
contatti/contacts
Gürcan Keltek
gurcankeltek@gmail.com

Sinossi Approfondisci

Gulyabani è un’entità, un demone, un’emarginata. È lo spirito inquieto e senza pace di un luogo desolato e solitario. Fethiye Sessiz, una veggente di İzmir famosa negli anni Settanta e Ottanta, ricorda frammenti degli abusi, dei rapimenti e delle violenze che ha subito nel corso della sua vita e ai quali è sopravvissuta. Nel raccontare gli avvenimenti dell’infanzia di Fethiye attraverso il suo diario e le sue lettere al figlio lontano, il film evoca il paesaggio emotivo del periodo più violento della Turchia postrepubblicana ricomponendo la memoria del futuro e i brandelli del passato.

Regia Tutto sui registi del film

Gürcan Keltek

Gürcan Keltek

Gürcan Keltek (İzmir, Turchia, 1973) ha studiato cinema alla Dokuz Eylül University di Smirne e ha diretto diversi cortometraggi, fra cui Overtime (2012), selezionato ai festival Visions du réel di Nyon e DOK Leipzig. Con il mediometraggio Colony ha poi partecipato al FidMarseille nel 2015 e due anni dopo ha presentato a Locarno, nel concorso Cineasti del presente, il suo primo lungometraggio, Meteors (2017), con cui ha vinto lo Swatch Art Peace Hotel Award e il Cinelab Award.

Filmografia:
Fazlamesai (Overtime, cm, doc., 2012), The Burning Mountain (cm, doc., 2014), Koloni (Colony, mm, doc., 2015), Meteorlar (Meteors, doc., 2017), Gulyabani (cm, 2018).

Cast and Credits Scopri il cast del film

regia/director
Gürcan Keltek
fotografia/cinematography
Murat Tuncel, Gürcan Keltek
montaggio/film editing
Fazilet Onat, Gürcan Keltek
musica/music
Oscillatorial Binnage
interprete/cast
Zeynep Kumral
produttori/producers
Marc Van Goethem, Gürcan Keltek
coproduttore/coproducer
Arda Çiltepe

**
contatti/contacts
Gürcan Keltek
gurcankeltek@gmail.com