UNA PIETRA, UN NOME, UNA PERSONA

di Alessandro Bronzini
UNA PIETRA, UN NOME, UNA PERSONA - UNA PIETRA, UN NOME, UNA PERSONA

Informazioni

Nazione: Italia

Anno: 2017

Durata: 18'

35° TORINO FILM FESTIVAL

Sezione:

Sinossi

Dieci scuole torinesi raccontano il percorso didattico svolto tra la fine del 2016 e i primi mesi del 2017 con il supporto del Museo diffuso della Resistenza di Torino e legato all’installazione delle «Pietre di inciampo» di Gunter Demnig. [mp]

Regia

Alessandro Bronzini

Alessandro Bronzini

Alessandro Bronzini (La Spezia, 1964) vive e lavora a Torino ed è specializzato nella realizzazione di filmati istituzionali. Per l’associazione culturale Eliogabalo, di cui è membro, ha progettato e realizzato numerosi laboratori audiovisivi per le scuole. La sua attività documentaristica si è sviluppata a partire dal 2003, con Elementi di identità urbana (2011), Kanimambo, União Geral, sull’Unione delle cooperative agricole di Maputo in Mozambico, e La Spezia, Porta di Sion (2016), dedicato alle vicende dei sopravvissuti alla Shoah che s’imbarcarono nel maggio del 1946 per raggiungere clandestinamente la Palestina. Attualmente è impegnato nella realizzazione di un documentario sul regista teatrale Robert Lepage.

Filmografia:
Elementi di identità urbana (doc., 2011), La Spezia, Porta di Sion (doc., 2016), Una pietra, un nome, una persona (cm, doc., 2017).

Cast and Credits

regia/director
Alessandro Bronzini
interpreti/cast
Saula Carassale, Claudia Cirio, Francesca Druetti, Andrea Ripetta, Valentina Zaccaria, Antonio Damasco, Enrico Manera, Christian Pecchenino, Andrea Spinelli, Federica Tabbò, Francesca Toso, Guido Vaglio, Chiara Foa, Giorgio Levi, Giorgio Sinigaglia, Luciano Stratta, Gaspare Maletto, Maria Silvana Corio, Mirella Shapiro, Mario Ottolenghi
produzione/production
Museo Diffuso della Resistenza

**
contatti/contacts
Museo Diffuso della Resistenza, della Deportazione, della Guerra, dei Diritti e della Libertà
pietredinciampo@museodiffusotorino.it
www.museodiffusotorino.it
www.polodel900.it

Dichiarazione regista

«Mi era capitato di notare a Torino scolaresche radunate intorno a portoni, come se stessero partecipando a un rito. Quando si allontanavano, quello che rimaneva a terra era una pietra di ottone con attorno del cemento fresco, posata all’ombra del cappello a falde larghe dell’artista Gunter Demnig. Una piccola testimonianza indelebile in ricordo di persone che quel portone avevano attraversato un’ultima volta prima di scomparire nella macchina di morte nazifascista. Abbiamo voluto raccontare l’incontro degli studenti con queste tracce di vita, il percorso per esplorarle, conoscerle a fondo, raccontarle. E l’emozione delle famiglie dei deportati che hanno riportato a casa i loro cari. Grazie a una pietra con un nome inciso».

Sinossi Approfondisci

Dieci scuole torinesi raccontano il percorso didattico svolto tra la fine del 2016 e i primi mesi del 2017 con il supporto del Museo diffuso della Resistenza di Torino e legato all’installazione delle «Pietre di inciampo» di Gunter Demnig. [mp]

Regia Tutto sui registi del film

Alessandro Bronzini

Alessandro Bronzini

Alessandro Bronzini (La Spezia, 1964) vive e lavora a Torino ed è specializzato nella realizzazione di filmati istituzionali. Per l’associazione culturale Eliogabalo, di cui è membro, ha progettato e realizzato numerosi laboratori audiovisivi per le scuole. La sua attività documentaristica si è sviluppata a partire dal 2003, con Elementi di identità urbana (2011), Kanimambo, União Geral, sull’Unione delle cooperative agricole di Maputo in Mozambico, e La Spezia, Porta di Sion (2016), dedicato alle vicende dei sopravvissuti alla Shoah che s’imbarcarono nel maggio del 1946 per raggiungere clandestinamente la Palestina. Attualmente è impegnato nella realizzazione di un documentario sul regista teatrale Robert Lepage.

Filmografia:
Elementi di identità urbana (doc., 2011), La Spezia, Porta di Sion (doc., 2016), Una pietra, un nome, una persona (cm, doc., 2017).

Cast and Credits Scopri il cast del film

regia/director
Alessandro Bronzini
interpreti/cast
Saula Carassale, Claudia Cirio, Francesca Druetti, Andrea Ripetta, Valentina Zaccaria, Antonio Damasco, Enrico Manera, Christian Pecchenino, Andrea Spinelli, Federica Tabbò, Francesca Toso, Guido Vaglio, Chiara Foa, Giorgio Levi, Giorgio Sinigaglia, Luciano Stratta, Gaspare Maletto, Maria Silvana Corio, Mirella Shapiro, Mario Ottolenghi
produzione/production
Museo Diffuso della Resistenza

**
contatti/contacts
Museo Diffuso della Resistenza, della Deportazione, della Guerra, dei Diritti e della Libertà
pietredinciampo@museodiffusotorino.it
www.museodiffusotorino.it
www.polodel900.it

Dichiarazione regista Approfondisci

«Mi era capitato di notare a Torino scolaresche radunate intorno a portoni, come se stessero partecipando a un rito. Quando si allontanavano, quello che rimaneva a terra era una pietra di ottone con attorno del cemento fresco, posata all’ombra del cappello a falde larghe dell’artista Gunter Demnig. Una piccola testimonianza indelebile in ricordo di persone che quel portone avevano attraversato un’ultima volta prima di scomparire nella macchina di morte nazifascista. Abbiamo voluto raccontare l’incontro degli studenti con queste tracce di vita, il percorso per esplorarle, conoscerle a fondo, raccontarle. E l’emozione delle famiglie dei deportati che hanno riportato a casa i loro cari. Grazie a una pietra con un nome inciso».