BRAGUINO

di Clément Cogitore
BRAGUINO

Informazioni

Nazione: Francia, Finlandia

Anno: 2017

Durata: 49'

35° TORINO FILM FESTIVAL

Sezione:

Sinossi

Nel mezzo della taiga siberiana, a quattrocentocinquanta miglia dal villaggio più vicino, vivono due famiglie: i Braguine e i Kiline. Nessuna strada conduce in questo luogo. L’unico modo per raggiungere Braguino è compiere un lungo viaggio sul fiume Yenissei, prima in barca, poi in elicottero. Le due famiglie vivono secondo proprie regole e principi, completamente autosufficienti. In mezzo al villaggio sorge una barriera: le famiglie si rifiutano di parlare tra di loro. In mezzo al fiume c’è un’isola dove sta nascendo un’altra comunità, quella dei bambini. Libera, imprevedibile, selvaggia. [rm]

Regia

Clément Cogitore

Clément   Cogitore

Clément Cogitore (Colmar, Francia, 1983) vive e lavora tra Parigi e Roma, dove nel 2012 ha vinto una residenza all’Accademia di Francia a Villa Medici, ed è rappresentato dalla galleria parigina Whiteprojects. Dopo aver studiato a l’École supérieure des arts décoratifs di Strasburgo e a Le Fresnoy, ha cominciato a lavorare come regista e videoartista. I suoi film sono stati presentati alla Quinzaine des réalisateurs di Cannes, a Locarno, Lisbona, Montreal e al Torino Film Festival (dove nel 2014 ha presentato il corto Sans titre), ottenendo diversi riconoscimenti. Ha inoltre esposto i suoi lavori al Palais de Tokyo e al Centre Pompidou di Parigi, al Museum of Fine Arts di Boston e al Mamcs di Strasburgo. Il suo primo lungometraggio, Ni le ciel ni la terre (2015), è stato presentato alla Semaine de la critique di Cannes e al Torino Film Festival. 

Filmografia:
Chroniques (cm, 2006), Visités (cm, 2007), Un archipel (cm, 2011), Parmi nous (mm, 2011), Bielutine - Dans le jardin du temps (doc., 2011), Sans titre (cm, 2014), Elegies (cm, 2014), Ni le ciel ni la terre (2015), Braguino (mm, 2017).

Cast and Credits

regia, sceneggiatura/director, screenplay
Clément Cogitore
fotografia/cinematography
Sylvain Verdet
montaggio/film editing
Pauline Gaillard
musica/music
Éric Bentz
suono/sound
Julien Ngo Trong, Franck Rivolet
produttori/producers
Cédric Bonin, Pascaline Geoffroy, Kaarle Aho
coproduzione/coproduction
Seppia Film, Making Movies, Arte Geie, La Lucarne

**

contatti/contacts
Indie Sales
Martin Gondre
mgondre@indiesales.eu
www.indiesales.eu

Dichiarazione regista

«Desideravo raccontare una storia sull’infanzia e sulle foreste. Per me le foreste simboleggiano lo spazio della finzione, uno spazio di contemplazione e paura. […] Sono cresciuto in una valle dei Vosgi, circondata da una foresta. È questo che ha alimentato e plasmato la mia immaginazione e che intendevo ora riesaminare. Tuttavia, volevo che la situazione fosse più estrema della mia esperienza personale: perché non immaginare un’orda di bambini che vivono liberamente, tagliati fuori dal mondo?»

Sinossi Approfondisci

Nel mezzo della taiga siberiana, a quattrocentocinquanta miglia dal villaggio più vicino, vivono due famiglie: i Braguine e i Kiline. Nessuna strada conduce in questo luogo. L’unico modo per raggiungere Braguino è compiere un lungo viaggio sul fiume Yenissei, prima in barca, poi in elicottero. Le due famiglie vivono secondo proprie regole e principi, completamente autosufficienti. In mezzo al villaggio sorge una barriera: le famiglie si rifiutano di parlare tra di loro. In mezzo al fiume c’è un’isola dove sta nascendo un’altra comunità, quella dei bambini. Libera, imprevedibile, selvaggia. [rm]

Regia Tutto sui registi del film

Clément Cogitore

Clément   Cogitore

Clément Cogitore (Colmar, Francia, 1983) vive e lavora tra Parigi e Roma, dove nel 2012 ha vinto una residenza all’Accademia di Francia a Villa Medici, ed è rappresentato dalla galleria parigina Whiteprojects. Dopo aver studiato a l’École supérieure des arts décoratifs di Strasburgo e a Le Fresnoy, ha cominciato a lavorare come regista e videoartista. I suoi film sono stati presentati alla Quinzaine des réalisateurs di Cannes, a Locarno, Lisbona, Montreal e al Torino Film Festival (dove nel 2014 ha presentato il corto Sans titre), ottenendo diversi riconoscimenti. Ha inoltre esposto i suoi lavori al Palais de Tokyo e al Centre Pompidou di Parigi, al Museum of Fine Arts di Boston e al Mamcs di Strasburgo. Il suo primo lungometraggio, Ni le ciel ni la terre (2015), è stato presentato alla Semaine de la critique di Cannes e al Torino Film Festival. 

Filmografia:
Chroniques (cm, 2006), Visités (cm, 2007), Un archipel (cm, 2011), Parmi nous (mm, 2011), Bielutine - Dans le jardin du temps (doc., 2011), Sans titre (cm, 2014), Elegies (cm, 2014), Ni le ciel ni la terre (2015), Braguino (mm, 2017).

Cast and Credits Scopri il cast del film

regia, sceneggiatura/director, screenplay
Clément Cogitore
fotografia/cinematography
Sylvain Verdet
montaggio/film editing
Pauline Gaillard
musica/music
Éric Bentz
suono/sound
Julien Ngo Trong, Franck Rivolet
produttori/producers
Cédric Bonin, Pascaline Geoffroy, Kaarle Aho
coproduzione/coproduction
Seppia Film, Making Movies, Arte Geie, La Lucarne

**

contatti/contacts
Indie Sales
Martin Gondre
mgondre@indiesales.eu
www.indiesales.eu

Dichiarazione regista Approfondisci

«Desideravo raccontare una storia sull’infanzia e sulle foreste. Per me le foreste simboleggiano lo spazio della finzione, uno spazio di contemplazione e paura. […] Sono cresciuto in una valle dei Vosgi, circondata da una foresta. È questo che ha alimentato e plasmato la mia immaginazione e che intendevo ora riesaminare. Tuttavia, volevo che la situazione fosse più estrema della mia esperienza personale: perché non immaginare un’orda di bambini che vivono liberamente, tagliati fuori dal mondo?»