COLO

di Teresa Villaverde
COLO - COLO

Informazioni

Nazione: Portogallo, Francia

Anno: 2017

Durata: 136'

35° TORINO FILM FESTIVAL

Sezione:

Sinossi

Da quando il marito è disoccupato, una madre raddoppia i turni di lavoro per pagare le bollette. La figlia adolescente cerca di vivere come sempre, anche se la mancanza di denaro rende tutto più difficile. Fuggendo dalla quotidianità condivisa, i membri della famiglia lentamente diventano estranei gli uni agli altri, mentre la tensione aumenta, nel silenzio e nel senso di colpa. [rm]

Regia

Teresa Villaverde

Teresa Villaverde

Teresa Villaverde (Lisbona, Portogallo, 1966) ha iniziato la sua carriera come attrice, cosceneggiatrice e coregista al teatro della Scuola di belle arti di Lisbona. Ha recitato in À Flor do Mar di João César Monteiro (1986), lavorato come assistente di Paulo Rocha e come cosceneggiatrice con José Álvaro Morais e João Canijo. A partire dagli anni Novanta si è dedicata alla regia, dirigendo diversi film, tra cui A Idade Maior (1991), presentato alla Berlinale, Os Mutantes (1998), successo internazionale di pubblico e critica, e Água e Sal (2001), presentato a Venezia. Nel 2010 ha fondato la propria casa di produzione Alce Filmes. 

Filmografia:
A Idade Maior (1991), Três Irmãos (1994), O Amor Não me Engana (cm, doc., tv, 1996), Os Mutantes (1998), Água e Sal (2001), A Favor da Claridade (doc., 2003), Visions of Europe (ep. Cold Wa(te)r, 2004), Transe (2006), Cisne (2011), Venezia 70 - Future Reloaded (2013), Ponts de Sarajevo (I ponti di Sarajevo, ep. Sara e a Sua Mãe, cm, 2014), Paris 15/16 (cm, 2016), Colo (2017).

Cast and Credits

regia, sceneggiatura, produttore/director, screenplay, producer
Teresa Villaverde
fotografia/cinematography
Acácio de Almeida
montaggio/film editing
Rodolphe Molla
scenografia/production design
Maria José Branco
costumi/costume design
Rute Correia
suono/sound
Joël Rangon, Vasco Pimentel
interpreti e personaggi/cast and characters
João Pedro Vaz (il padre/father) Alice Albergaria Borges (Marta), Beatriz Batarda (la madre/mother), Clara Jost (Júlia), Tomás Gomes (João), Dinis Gomes (Eel Fisher), Ricardo Aibéo (Jaime), Simone de Oliveira (Avó), Rita Blanco (Sílvia)
coproduttore/coproducer
Cécile Vacheret
coproduzione/coproduction
Sedna Films

**
contatti/contacts
Portugal Film 
Filipa Henriques 
portugalfilm@indielisboa.com

Dichiarazione regista

«Nel mio Paese le persone non parlano molto di quello che provano. Dall’esterno è facile immaginare il Portogallo come un posto pieno di sole e di persone felici, ma la mia percezione è diversa. Tendiamo a nascondere ciò che non va bene e ciò che è veramente importante per noi. Non parliamo molto. Questo era il mio punto di partenza: la perdita di lavoro in una famiglia composta da tre persone. Dal momento che viviamo in una società in cui non esiste ancora la parità di genere, mi interessava immaginare una famiglia dove è l’uomo a perdere il lavoro».

Sinossi Approfondisci

Da quando il marito è disoccupato, una madre raddoppia i turni di lavoro per pagare le bollette. La figlia adolescente cerca di vivere come sempre, anche se la mancanza di denaro rende tutto più difficile. Fuggendo dalla quotidianità condivisa, i membri della famiglia lentamente diventano estranei gli uni agli altri, mentre la tensione aumenta, nel silenzio e nel senso di colpa. [rm]

Regia Tutto sui registi del film

Teresa Villaverde

Teresa Villaverde

Teresa Villaverde (Lisbona, Portogallo, 1966) ha iniziato la sua carriera come attrice, cosceneggiatrice e coregista al teatro della Scuola di belle arti di Lisbona. Ha recitato in À Flor do Mar di João César Monteiro (1986), lavorato come assistente di Paulo Rocha e come cosceneggiatrice con José Álvaro Morais e João Canijo. A partire dagli anni Novanta si è dedicata alla regia, dirigendo diversi film, tra cui A Idade Maior (1991), presentato alla Berlinale, Os Mutantes (1998), successo internazionale di pubblico e critica, e Água e Sal (2001), presentato a Venezia. Nel 2010 ha fondato la propria casa di produzione Alce Filmes. 

Filmografia:
A Idade Maior (1991), Três Irmãos (1994), O Amor Não me Engana (cm, doc., tv, 1996), Os Mutantes (1998), Água e Sal (2001), A Favor da Claridade (doc., 2003), Visions of Europe (ep. Cold Wa(te)r, 2004), Transe (2006), Cisne (2011), Venezia 70 - Future Reloaded (2013), Ponts de Sarajevo (I ponti di Sarajevo, ep. Sara e a Sua Mãe, cm, 2014), Paris 15/16 (cm, 2016), Colo (2017).

Cast and Credits Scopri il cast del film

regia, sceneggiatura, produttore/director, screenplay, producer
Teresa Villaverde
fotografia/cinematography
Acácio de Almeida
montaggio/film editing
Rodolphe Molla
scenografia/production design
Maria José Branco
costumi/costume design
Rute Correia
suono/sound
Joël Rangon, Vasco Pimentel
interpreti e personaggi/cast and characters
João Pedro Vaz (il padre/father) Alice Albergaria Borges (Marta), Beatriz Batarda (la madre/mother), Clara Jost (Júlia), Tomás Gomes (João), Dinis Gomes (Eel Fisher), Ricardo Aibéo (Jaime), Simone de Oliveira (Avó), Rita Blanco (Sílvia)
coproduttore/coproducer
Cécile Vacheret
coproduzione/coproduction
Sedna Films

**
contatti/contacts
Portugal Film 
Filipa Henriques 
portugalfilm@indielisboa.com

Dichiarazione regista Approfondisci

«Nel mio Paese le persone non parlano molto di quello che provano. Dall’esterno è facile immaginare il Portogallo come un posto pieno di sole e di persone felici, ma la mia percezione è diversa. Tendiamo a nascondere ciò che non va bene e ciò che è veramente importante per noi. Non parliamo molto. Questo era il mio punto di partenza: la perdita di lavoro in una famiglia composta da tre persone. Dal momento che viviamo in una società in cui non esiste ancora la parità di genere, mi interessava immaginare una famiglia dove è l’uomo a perdere il lavoro».