BLOW-UP

di Michelangelo Antonioni
BLOW-UP - BLOW-UP

Informazioni

Nazione: UK, Italia, USA

Anno: 1966

Durata: 111'

34° TORINO FILM FESTIVAL

Sezione:

Sinossi

Londra, anni Sessanta. Thomas è un fotografo di moda di successo: scontroso ed egocentrico, passa le giornate al volante di una Rolls Royce cabrio, tra servizi fotografici, feste e incontri con bellissime modelle. Pensando di aver fotografato per puro caso un omicidio, si mette a indagare, attratto dal mistero della vicenda. Si trova così di fronte a un puzzle di foto mancanti, rullini rubati e una donna sconosciuta, che sospetta essere l’assassina. Eppure, ancora una volta, la realtà in cui è confinato finirà per prevalere sulla verità.

Regia

Michelangelo Antonioni

Michelangelo Antonioni

Michelangelo Antonioni (Ferrara, 1912 - Roma, 2007), laureatosi in economia, si è avvicinato al teatro e al cinema scrivendo come critico, prima di iscriversi al Centro sperimentale. Dopo aver collaborato alla sceneggiatura di Un pilota ritorna (1942) di Roberto Rossellini ed essere stato aiuto di Marcel Carné, ha esordito nella regia con il documentario Gente del Po. Ha quindi debuttato nel cinema di finzione nel 1950 con Cronaca di un amore, cui faranno seguito una serie di opere, tra cui L’avventura, Il deserto rosso, Blow-Up e Professione: reporter, che lo imporranno come uno degli autori di riferimento del cinema della modernità. Nel 1995 ha vinto l’Oscar alla carriera.

Filmografia:
Gente del Po (cm, doc., 1947), Cronaca di un amore (1950), La signora senza camelie (1953), I vinti (1953), Le amiche (1955), Il grido (1957), L’avventura (1960), La notte (1961), L’eclisse (1962), Il deserto rosso (1964), Blow-Up (1966), Zabriskie Point (1970), Professione: reporter (1975), ll mistero di Oberwald (1981), Identificazione di una donna (1982), 12 registi per 12 città (ep. Roma, cm, doc., 1989), Al di là delle nuvole (1995), Eros (ep. Il filo pericoloso delle cose, cm, 2004), Lo sguardo di Michelangelo (cm, doc., 2004). 

Cast and Credits

regia/director
Michelangelo Antonioni
soggetto/story
dal racconto/from the short story Las dabas del diablo di/by Julio Cortázar
sceneggiatura/screenplay
Michelangelo Antonioni, Tonino Guerra
fotografia/cinematography
Carlo Di Palma
montaggio/film editing
Frank Clarke
costumi/costume design
Jocelyn Rickards
musica/music
Herbie Hancock
suono/sound
Robin Gregory
interpreti e personaggi/cast and characters
Vanessa Redgrave (Jane), Sarah Miles (Patricia), David Hemmings (Thomas), John Castle (Bill), Jane Birkin (la modella bionda/blonde model), Gillian Hills (la modella bruna/brunette model), Peter Bowles (Ron), Veruschka von Lehndorff (Veruschka), Julian Chagrin (il mimo/mime), Claude Chagrin (il mimo/mime)
produttore/producer
Carlo Ponti
produzione/production
Bridge Films, Metro-Goldwyn-Mayer


contatti/contacts
Park Circus: Classic Film Distribution
info@parkcircus.com
www.parkcircus.com

Dichiarazione regista

«Direi che i miei film sono politici anche se non inerenti alla politica. […] Sono politici nell’approccio; hanno un punto di vista ben definito. E possono essere considerati politici per l’effetto che hanno sul pubblico. Blow-Up, ad esempio, non parla solo di un certo stile di vita londinese, ma esprime dei punti di vista riguardo a quello stile di vita. Nonostante questo, non ho voluto veicolare alcun punto di vista attraverso le parole…»

Sinossi Approfondisci

Londra, anni Sessanta. Thomas è un fotografo di moda di successo: scontroso ed egocentrico, passa le giornate al volante di una Rolls Royce cabrio, tra servizi fotografici, feste e incontri con bellissime modelle. Pensando di aver fotografato per puro caso un omicidio, si mette a indagare, attratto dal mistero della vicenda. Si trova così di fronte a un puzzle di foto mancanti, rullini rubati e una donna sconosciuta, che sospetta essere l’assassina. Eppure, ancora una volta, la realtà in cui è confinato finirà per prevalere sulla verità.

Regia Tutto sui registi del film

Michelangelo Antonioni

Michelangelo Antonioni

Michelangelo Antonioni (Ferrara, 1912 - Roma, 2007), laureatosi in economia, si è avvicinato al teatro e al cinema scrivendo come critico, prima di iscriversi al Centro sperimentale. Dopo aver collaborato alla sceneggiatura di Un pilota ritorna (1942) di Roberto Rossellini ed essere stato aiuto di Marcel Carné, ha esordito nella regia con il documentario Gente del Po. Ha quindi debuttato nel cinema di finzione nel 1950 con Cronaca di un amore, cui faranno seguito una serie di opere, tra cui L’avventura, Il deserto rosso, Blow-Up e Professione: reporter, che lo imporranno come uno degli autori di riferimento del cinema della modernità. Nel 1995 ha vinto l’Oscar alla carriera.

Filmografia:
Gente del Po (cm, doc., 1947), Cronaca di un amore (1950), La signora senza camelie (1953), I vinti (1953), Le amiche (1955), Il grido (1957), L’avventura (1960), La notte (1961), L’eclisse (1962), Il deserto rosso (1964), Blow-Up (1966), Zabriskie Point (1970), Professione: reporter (1975), ll mistero di Oberwald (1981), Identificazione di una donna (1982), 12 registi per 12 città (ep. Roma, cm, doc., 1989), Al di là delle nuvole (1995), Eros (ep. Il filo pericoloso delle cose, cm, 2004), Lo sguardo di Michelangelo (cm, doc., 2004). 

Cast and Credits Scopri il cast del film

regia/director
Michelangelo Antonioni
soggetto/story
dal racconto/from the short story Las dabas del diablo di/by Julio Cortázar
sceneggiatura/screenplay
Michelangelo Antonioni, Tonino Guerra
fotografia/cinematography
Carlo Di Palma
montaggio/film editing
Frank Clarke
costumi/costume design
Jocelyn Rickards
musica/music
Herbie Hancock
suono/sound
Robin Gregory
interpreti e personaggi/cast and characters
Vanessa Redgrave (Jane), Sarah Miles (Patricia), David Hemmings (Thomas), John Castle (Bill), Jane Birkin (la modella bionda/blonde model), Gillian Hills (la modella bruna/brunette model), Peter Bowles (Ron), Veruschka von Lehndorff (Veruschka), Julian Chagrin (il mimo/mime), Claude Chagrin (il mimo/mime)
produttore/producer
Carlo Ponti
produzione/production
Bridge Films, Metro-Goldwyn-Mayer


contatti/contacts
Park Circus: Classic Film Distribution
info@parkcircus.com
www.parkcircus.com

Dichiarazione regista Approfondisci

«Direi che i miei film sono politici anche se non inerenti alla politica. […] Sono politici nell’approccio; hanno un punto di vista ben definito. E possono essere considerati politici per l’effetto che hanno sul pubblico. Blow-Up, ad esempio, non parla solo di un certo stile di vita londinese, ma esprime dei punti di vista riguardo a quello stile di vita. Nonostante questo, non ho voluto veicolare alcun punto di vista attraverso le parole…»