LA NAVE DELLE DONNE MALEDETTE

di Raffaello Matarazzo
LA NAVE DELLE DONNE MALEDETTE - LA NAVE DELLE DONNE MALEDETTE

Informazioni

Nazione: Italia

Anno: 1953

Durata: 89'

34° TORINO FILM FESTIVAL

Sezione:

Sinossi

Una nave piena di ladre, prostitute e assassine solca l’oceano. È guidata da Fernandez, uomo duro e spietato, pronto a sedare con crudeltà ogni ribellione. Tra le donne ammassate nella stiva c’è l’innocente Consuelo: nei suoi occhi fragili e bellissimi, il dissoluto avvocato Da Silva, imbarcatosi clandestinamente sulla nave, trova finalmente la speranza di un riscatto morale. A bordo, però, accompagnata da un anziano signore che ha sposato per interesse, c’è anche Isabella, la cugina di Consuelo, responsabile dell’infanticidio di cui la povera ragazza è accusata. Temendo di essere scoperta, Isabella si getta tra le braccia di Fernandez. Quando però la donna costringe Fernandez a far fustigare Consuelo e Da Silva, dopo che questi l’hanno pubblicamente accusata, esplode la rabbia delle galeotte, che travolgono i loro carcerieri e prendono il controllo della nave.


In collaborazione con la Cineteca Nazionale

Regia

Raffaello Matarazzo

Raffaello Matarazzo

Raffaello Matarazzo (Roma, 1909-1966) esordisce come critico cinematografico su «Il Tevere» e «L’Italia letteraria» e lavora come aiuto regista per Mario Camerini. L’esordio alla regia avviene nel 1933, con Treno popolare, il cui insuccesso lo induce a orientarsi verso la commedia, con film come L’anonima Roylott (1936), L’albergo degli assenti (1939) e Giorno di nozze (1942). Dopo alcuni film girati in Spagna, dà inizio a una pluriennale collaborazione con la Titanus, da cui nasce la lunga serie di film interpretati da Amedeo Nazzari e Yvonne Sanson e sceneggiati da Aldo De Benedetti (Catene, 1949, Tormento, 1950, I figli di nessuno, 1951, Chi è senza peccato…, 1952, Torna!, 1953, L’angelo bianco, 1955). Negli anni Sessanta torna alla commedia, per poi chiudere la carriera con il melodramma Amore mio (1964).

Filmografia:
Treno popolare (1933), Kiki (1934), Joe il rosso (1936), L’anonima Roylott (1936), Sono stato io! (1937), L’albergo degli assenti (1939), Giù il sipario (1940), Trappola d’amore (1940), Notte di fortuna (1941), Giorno di nozze (1942), Il birichino di papà (1943), La fumeria d’oppio (1947), Lo sciopero dei milioni (1948), Paolo e Francesca (1949), Catene (1949), Tormento (1950), I figli di nessuno (1951), Il tenente Giorgio (1952), Chi è senza peccato... (1953), Torna! (1953), Vortice (1953), La schiava del peccato (1954), L’angelo bianco (1955), La risaia (1956), L’ultima violenza (1957), Malinconico autunno (1958), Cerasella (1960), Adultero lui, adultera lei (1963), I terribili 7 (1964), Amore mio (1964).

Cast and Credits

regia/director
Raffaello Matarazzo
soggetto/story
Léon Gozlan
sceneggiatura/screenplay
Raffaello Matarazzo, Ennio De Concini, Aldo De Benedetti
fotografia/cinematography
Aldo Tonti
montaggio/film editing
Leo Catozzo
scenografia/production design
Piero Filippone, Mario Chiari
costumi/costume design
Dario Cecchi
musica/music
Nino Rota
interpreti e personaggi/cast and characters
May Britt (Consuelo Silveris), Ettore Manni (Paolo Da Silva), Tania Weber (Isabella Silveris), Eduardo Ciannelli (Michele McLawrence), Luigi Tosi (capitano/captain Fernandez), Gualtiero Tumiati (Pietro Silveris), Olga Solbelli (Anita), Giorgio Capecchi (Victor McDonald)
produzione/production
Excelsa Film


contatti/contacts
Cineteca Nazionale
Laura Argento
laura.argento@fondazionecsc.it
www.fondazionecsc.it

Sinossi Approfondisci

Una nave piena di ladre, prostitute e assassine solca l’oceano. È guidata da Fernandez, uomo duro e spietato, pronto a sedare con crudeltà ogni ribellione. Tra le donne ammassate nella stiva c’è l’innocente Consuelo: nei suoi occhi fragili e bellissimi, il dissoluto avvocato Da Silva, imbarcatosi clandestinamente sulla nave, trova finalmente la speranza di un riscatto morale. A bordo, però, accompagnata da un anziano signore che ha sposato per interesse, c’è anche Isabella, la cugina di Consuelo, responsabile dell’infanticidio di cui la povera ragazza è accusata. Temendo di essere scoperta, Isabella si getta tra le braccia di Fernandez. Quando però la donna costringe Fernandez a far fustigare Consuelo e Da Silva, dopo che questi l’hanno pubblicamente accusata, esplode la rabbia delle galeotte, che travolgono i loro carcerieri e prendono il controllo della nave.


In collaborazione con la Cineteca Nazionale

Regia Tutto sui registi del film

Raffaello Matarazzo

Raffaello Matarazzo

Raffaello Matarazzo (Roma, 1909-1966) esordisce come critico cinematografico su «Il Tevere» e «L’Italia letteraria» e lavora come aiuto regista per Mario Camerini. L’esordio alla regia avviene nel 1933, con Treno popolare, il cui insuccesso lo induce a orientarsi verso la commedia, con film come L’anonima Roylott (1936), L’albergo degli assenti (1939) e Giorno di nozze (1942). Dopo alcuni film girati in Spagna, dà inizio a una pluriennale collaborazione con la Titanus, da cui nasce la lunga serie di film interpretati da Amedeo Nazzari e Yvonne Sanson e sceneggiati da Aldo De Benedetti (Catene, 1949, Tormento, 1950, I figli di nessuno, 1951, Chi è senza peccato…, 1952, Torna!, 1953, L’angelo bianco, 1955). Negli anni Sessanta torna alla commedia, per poi chiudere la carriera con il melodramma Amore mio (1964).

Filmografia:
Treno popolare (1933), Kiki (1934), Joe il rosso (1936), L’anonima Roylott (1936), Sono stato io! (1937), L’albergo degli assenti (1939), Giù il sipario (1940), Trappola d’amore (1940), Notte di fortuna (1941), Giorno di nozze (1942), Il birichino di papà (1943), La fumeria d’oppio (1947), Lo sciopero dei milioni (1948), Paolo e Francesca (1949), Catene (1949), Tormento (1950), I figli di nessuno (1951), Il tenente Giorgio (1952), Chi è senza peccato... (1953), Torna! (1953), Vortice (1953), La schiava del peccato (1954), L’angelo bianco (1955), La risaia (1956), L’ultima violenza (1957), Malinconico autunno (1958), Cerasella (1960), Adultero lui, adultera lei (1963), I terribili 7 (1964), Amore mio (1964).

Cast and Credits Scopri il cast del film

regia/director
Raffaello Matarazzo
soggetto/story
Léon Gozlan
sceneggiatura/screenplay
Raffaello Matarazzo, Ennio De Concini, Aldo De Benedetti
fotografia/cinematography
Aldo Tonti
montaggio/film editing
Leo Catozzo
scenografia/production design
Piero Filippone, Mario Chiari
costumi/costume design
Dario Cecchi
musica/music
Nino Rota
interpreti e personaggi/cast and characters
May Britt (Consuelo Silveris), Ettore Manni (Paolo Da Silva), Tania Weber (Isabella Silveris), Eduardo Ciannelli (Michele McLawrence), Luigi Tosi (capitano/captain Fernandez), Gualtiero Tumiati (Pietro Silveris), Olga Solbelli (Anita), Giorgio Capecchi (Victor McDonald)
produzione/production
Excelsa Film


contatti/contacts
Cineteca Nazionale
Laura Argento
laura.argento@fondazionecsc.it
www.fondazionecsc.it