IL FUTURO DI ERA

di Luis Fulvio
IL FUTURO DI ERA - IL FUTURO DI ERA

Informazioni

Nazione: Italia

Anno: 2016

Durata: 24'

34° TORINO FILM FESTIVAL

Sezione:

Sinossi

Un uomo scolpisce un albero nell’Italia del Sud.

Regia

Luis Fulvio

Luis Fulvio

Luis Fulvio (1977) vive a Roma. Ha seguito un classico percorso di studi e da anni collabora con l’archivio film della Fondazione CSC e con Fuori Orario. Nel 2014 ha realizzato Coda, presentato al Torino Film Festival.

Filmografia:
Coda (cm, 2014), Il futuro di Era (cm, 2016).

Cast and Credits

regia/director
Luis Fulvio
fotografia/cinematography
Donatello Fumarola
montaggio/film editing
Piero Lassandro
suono/sound
Dario Salvagnini, Antonio Giannatonio
interprete/cast
Roberto Baglivi
produzione/production
Zomia, Abelmary


contatti/contacts
Luis Fulvio
zomiamail@gmail.com
abelmary@gmail.com

Dichiarazione regista

«Il film è un dialogo senza parole tra un uomo e un mito, Era. Uno scontro materico figlio di atavici sentimenti di vendetta, in cui l’atto distruttivo si fa creazione e quest’ultima è data agli umani solo attraverso la distruzione. La metamorfosi è un atto di dolore».

Sinossi Approfondisci

Un uomo scolpisce un albero nell’Italia del Sud.

Regia Tutto sui registi del film

Luis Fulvio

Luis Fulvio

Luis Fulvio (1977) vive a Roma. Ha seguito un classico percorso di studi e da anni collabora con l’archivio film della Fondazione CSC e con Fuori Orario. Nel 2014 ha realizzato Coda, presentato al Torino Film Festival.

Filmografia:
Coda (cm, 2014), Il futuro di Era (cm, 2016).

Cast and Credits Scopri il cast del film

regia/director
Luis Fulvio
fotografia/cinematography
Donatello Fumarola
montaggio/film editing
Piero Lassandro
suono/sound
Dario Salvagnini, Antonio Giannatonio
interprete/cast
Roberto Baglivi
produzione/production
Zomia, Abelmary


contatti/contacts
Luis Fulvio
zomiamail@gmail.com
abelmary@gmail.com

Dichiarazione regista Approfondisci

«Il film è un dialogo senza parole tra un uomo e un mito, Era. Uno scontro materico figlio di atavici sentimenti di vendetta, in cui l’atto distruttivo si fa creazione e quest’ultima è data agli umani solo attraverso la distruzione. La metamorfosi è un atto di dolore».