A CRACKUP AT THE RACE RIOTS

di Leo Gabin
A CRACKUP AT THE RACE RIOTS

Informazioni

Nazione: Belgio, USA

Anno: 2015

Durata: 58'

34° TORINO FILM FESTIVAL

Sezione:

Sinossi

Una sequela di immagini video in bassa qualità scaricate dal web e montate fra di loro senza un apparente filo conduttore: adolescenti che si mettono in posa e vanno sullo skateboard, ridono e scherzano tra di loro, danno sfogo al contemporaneo bisogno di esibizionismo, annunciano suicidi che forse non si verificheranno mai. Il tutto caricato sui social network più popolari, come momenti intimi da condividere col mondo. A fare da collante, tra una scena e l’altra, stralci dell’omonimo romanzo di Harmony Korine, come una sorta di canovaccio per una rappresentazione della rappresentazione sfuggita di mano. [mp]

Regia

Leo Gabin

Leo Gabin

Leo Gabin è un collettivo belga composto da tre persone, formatosi nel 2000, la cui opera si esprime attraverso la pittura, le installazioni e il cinema. I loro lavori sono stati protagonisti di mostre presso musei e gallerie quali il Dhondt-Dhaenens di Deurle, la Schirn Kunsthalle di Francoforte, il White Cube di Londra e l’M Woods di Pechino. Hanno esordito nel lungometraggio nel 2015 con A Crackup at the Race Riots, che è stato proiettato, tra l’altro, al CPH:DOX, al London Short Film Festival, al Rotterdam International Film Festival. Nella sezione Onde è presente anche il film Exit/Entry, progetto videopittorico che scompone e ricompone la realtà a partire da più di tremila video, rielaborando come A Crackup at the Race Riots simboli e icone della vita americana. 

Filmografia:
A Crackup at the Race Riots (2015), Exit/Entry (cm, 2016).

Cast and Credits

regia, sceneggiatura, montaggio, produttore/director, screenplay, film editing, producer
Leo Gabin
soggetto/story
dall’omonimo romanzo di/from the novel of the same title by Harmony Korine


contatti/contacts
Leo Gabin
leogabin1@gmail.com

Sinossi Approfondisci

Una sequela di immagini video in bassa qualità scaricate dal web e montate fra di loro senza un apparente filo conduttore: adolescenti che si mettono in posa e vanno sullo skateboard, ridono e scherzano tra di loro, danno sfogo al contemporaneo bisogno di esibizionismo, annunciano suicidi che forse non si verificheranno mai. Il tutto caricato sui social network più popolari, come momenti intimi da condividere col mondo. A fare da collante, tra una scena e l’altra, stralci dell’omonimo romanzo di Harmony Korine, come una sorta di canovaccio per una rappresentazione della rappresentazione sfuggita di mano. [mp]

Regia Tutto sui registi del film

Leo Gabin

Leo Gabin

Leo Gabin è un collettivo belga composto da tre persone, formatosi nel 2000, la cui opera si esprime attraverso la pittura, le installazioni e il cinema. I loro lavori sono stati protagonisti di mostre presso musei e gallerie quali il Dhondt-Dhaenens di Deurle, la Schirn Kunsthalle di Francoforte, il White Cube di Londra e l’M Woods di Pechino. Hanno esordito nel lungometraggio nel 2015 con A Crackup at the Race Riots, che è stato proiettato, tra l’altro, al CPH:DOX, al London Short Film Festival, al Rotterdam International Film Festival. Nella sezione Onde è presente anche il film Exit/Entry, progetto videopittorico che scompone e ricompone la realtà a partire da più di tremila video, rielaborando come A Crackup at the Race Riots simboli e icone della vita americana. 

Filmografia:
A Crackup at the Race Riots (2015), Exit/Entry (cm, 2016).

Cast and Credits Scopri il cast del film

regia, sceneggiatura, montaggio, produttore/director, screenplay, film editing, producer
Leo Gabin
soggetto/story
dall’omonimo romanzo di/from the novel of the same title by Harmony Korine


contatti/contacts
Leo Gabin
leogabin1@gmail.com