LE PARC

di Damien Manivel
THE PARK

Informazioni

Nazione: Francia

Anno: 2016

Durata: 71'

34° TORINO FILM FESTIVAL

Sezione:

Sinossi

Estate. Un ragazzo e una ragazza si danno il loro primo appuntamento al parco. Inizialmente stanno sulle loro, intimiditi, ma presto si avvicinano sempre più e cominciano a camminare senza meta. Infine, s’innamorano. Ma quando il sole cala è già ora di separarsi, ed è l’inizio di una lunga notte oscura. 

Regia

Damien Manivel

Damien Manivel

Damien Manivel (Francia, 1981) ha lavorato come ballerino e artista di circo contemporaneo. Parallelamente all’attività di performer, ha diretto diversi cortometraggi, tra cui La dame au chien, selezionato a Rotterdam nel 2011 e vincitore, lo stesso anno, del premio Jean Vigo. Il suo ultimo corto, Un dimanche matin, è stato selezionato nel 2012 alla Semaine de la critique di Cannes e ha vinto il Nikon Discovery Award, mentre il suo lungometraggio d’esordio, Un jeune poète, ha ricevuto una menzione speciale al Festival di Locarno. Con Le Parc ha infine partecipato alla sezione Acid del Festival di Cannes.

Filmografia:
Viril (cm, 2007), Soit sage ô ma douleur (cm, 2008), La dame au chien (cm, 2010), Un dimanche matin (cm, 2012), Un jeune poète (2014), Le parc (2016).

Cast and Credits

regia, produttore/director, producer
Damien Manivel
sceneggiatura/screenplay
Damien Manivel, Isabel Pagliai
fotografia/cinematography
Isabel Pagliai
montaggio/film editing
William Laboury
suono/sound
Simon Apostolou, Arnaud Marten, Jérôme Petit
interpreti/cast
Naomie Vogt-Roby, Maxime Bachellerie, Sessouma Sobere, Bianca Balbuena, Hazel Orencio
produzione/production
Mld Films, Shellac Sud


contatti/contacts
The Open Reel
Cosimo Santoro
cs@theopenreel.com
www.theopenreel.it

Dichiarazione regista

«I parchi sono pieni di storie ordinarie. […] Quando mi siedo a osservare, noto che gradualmente emerge dall’ordinario un che di anormale, di inconsueto. Come se qualcosa di oscuro e misterioso si nascondesse dietro i prati soleggiati e i giochi all’aperto. Sono queste strane impressioni ad aver ispirato la sceneggiatura. In particolare, il tipico racconto estivo: due adolescenti al primo appuntamento seduti a disagio su una panchina. Ho scelto di adottare il punto di vista della ragazza e di raccontare la storia d’amore, dal loro primo sguardo alla separazione. Da questo momento in poi, ho sentito il bisogno di andare oltre e mostrare lo shock e lo stupore della ragazza. La notte infinita che avvolge il parco, lei che vaga nel buio mentre per la prima volta soffre per amore».

Sinossi Approfondisci

Estate. Un ragazzo e una ragazza si danno il loro primo appuntamento al parco. Inizialmente stanno sulle loro, intimiditi, ma presto si avvicinano sempre più e cominciano a camminare senza meta. Infine, s’innamorano. Ma quando il sole cala è già ora di separarsi, ed è l’inizio di una lunga notte oscura. 

Regia Tutto sui registi del film

Damien Manivel

Damien Manivel

Damien Manivel (Francia, 1981) ha lavorato come ballerino e artista di circo contemporaneo. Parallelamente all’attività di performer, ha diretto diversi cortometraggi, tra cui La dame au chien, selezionato a Rotterdam nel 2011 e vincitore, lo stesso anno, del premio Jean Vigo. Il suo ultimo corto, Un dimanche matin, è stato selezionato nel 2012 alla Semaine de la critique di Cannes e ha vinto il Nikon Discovery Award, mentre il suo lungometraggio d’esordio, Un jeune poète, ha ricevuto una menzione speciale al Festival di Locarno. Con Le Parc ha infine partecipato alla sezione Acid del Festival di Cannes.

Filmografia:
Viril (cm, 2007), Soit sage ô ma douleur (cm, 2008), La dame au chien (cm, 2010), Un dimanche matin (cm, 2012), Un jeune poète (2014), Le parc (2016).

Cast and Credits Scopri il cast del film

regia, produttore/director, producer
Damien Manivel
sceneggiatura/screenplay
Damien Manivel, Isabel Pagliai
fotografia/cinematography
Isabel Pagliai
montaggio/film editing
William Laboury
suono/sound
Simon Apostolou, Arnaud Marten, Jérôme Petit
interpreti/cast
Naomie Vogt-Roby, Maxime Bachellerie, Sessouma Sobere, Bianca Balbuena, Hazel Orencio
produzione/production
Mld Films, Shellac Sud


contatti/contacts
The Open Reel
Cosimo Santoro
cs@theopenreel.com
www.theopenreel.it

Dichiarazione regista Approfondisci

«I parchi sono pieni di storie ordinarie. […] Quando mi siedo a osservare, noto che gradualmente emerge dall’ordinario un che di anormale, di inconsueto. Come se qualcosa di oscuro e misterioso si nascondesse dietro i prati soleggiati e i giochi all’aperto. Sono queste strane impressioni ad aver ispirato la sceneggiatura. In particolare, il tipico racconto estivo: due adolescenti al primo appuntamento seduti a disagio su una panchina. Ho scelto di adottare il punto di vista della ragazza e di raccontare la storia d’amore, dal loro primo sguardo alla separazione. Da questo momento in poi, ho sentito il bisogno di andare oltre e mostrare lo shock e lo stupore della ragazza. La notte infinita che avvolge il parco, lei che vaga nel buio mentre per la prima volta soffre per amore».