Giuria Premio Cipputi 2016

Francesco Tullio Altan (Treviso, 1942) ha frequentato la facoltà di architettura di Venezia e alla fine degli anni Sessanta ha vissuto a Roma occupandosi di scenografia e sceneggiatura per il cinema e la televisione. Si è trasferito a Rio de Janeiro nel 1970 e nel 1974 ha iniziato a collaborare con giornali italiani. Tornato in Italia nel 1975, ha creato la Pimpa e ha pubblicato i suoi primi fumetti su «Linus». Due anni dopo è nato il suo personaggio più celebre, Cipputi. Le sue vignette di satira politica sono pubblicate regolarmente dall’«Espresso» e dalla «Repubblica».


Claudio Carabba (Siena, 1943), giornalista e critico cinematografico, ha lavorato per diverse testate, tra cui «La Nazione», «Paese Sera» e «L’Europeo», come inviato speciale e  caporedattore di cultura e spettacoli. Attualmente tiene una rubrica di critica cinematografica sul settimanale «Sette» e collabora al «Corriere fiorentino». Fra i suoi libri Il cinema del ventennio nero (Vallecchi), Il fascismo a fumetti (Guaraldi) e Sogni proibiti, il cinema comico americano (Vallecchi). Per Einaudi ha curato l’antologia dedicata a Federico Fellini, Racconti umoristici.

 

Stefania Casini (Italia), attrice, giornalista, regista e produttrice, ha recitato con registi come Bertolucci, Greenaway, Argento. Trasferitasi a New York alla metà degli anni Settanta, ha recitato in Il male di Andy Warhol (1976) di Jed Johnson e diretto con Francesca Marciano Lontano da dove (1983). Tornata in Italia, ha diretto Un paradiso di bugie (1997) e prodotto e diretto i documentari Schiaffo alla Mafia (2009), MADE IN Albania (2012), Le acque segrete di Palermo (2014). Ha inoltre ideato l’installazione Memorie perdute, parte del progetto sui migranti MARE NOSTRUM.